Blog Centro Oculistico San Lorenzo - Centro Oculistico San Lorenzo | Oculista Palermo

TRADUCI
Vai ai contenuti

Occhio... specchio della nostra salute

Centro Oculistico San Lorenzo | Oculista Palermo
Pubblicato da Centro Oculistico San Lorenzo in salute · 24 Febbraio 2020
Tags: consigliocchipatologieoculari
Suona strano, ma gli esami oculistici non riguardano solo la vista. Riguardano la tua salute.
I tuoi occhi sono finestre sullo stato di salute di vasi sanguigni, nervi e tessuti connettivi di tutto il corpo, quindi anomalie individuate nell'occhio sono spesso i primi segni di malattie in agguato che colpiscono altri organi.
Ecco 20 condizioni sorprendenti che il tuo oculista può rilevare durante una visita oculistica...
 
Ipertensione arteriosa
Decorso tortuoso dei vasi  o sanguinamento dei vasi sanguigni nella parte posteriore dell'occhio possono essere un segno di presenza di ipertensione arteriosa.
 
Anemia falciforme
Le persone affette da anemia falciforme, un disturbo genetico del sangue, sviluppano globuli rossi a forma di virgola che possono bloccare il flusso di sangue in tutto il corpo. Questa malattia può causare un ampio spettro di alterazioni oculari, da arrossamento e rottura dei vasi sanguigni sulla superficie dell'occhio a gravi emorragie all'interno dell'occhio.
 
Aneurisma
Un aneurisma è una dilatazione del lume di un vaso sanguigno. Questa parete più debole può perdere o rompersi. I segni di un aneurisma possono includere un forte mal di testa unilaterale o la perdita della funzione facciale o corporea. Gli aneurismi possono essere catastrofici e richiedere cure mediche immediate.
  
Arterite a cellule giganti
L'arterite a cellule giganti (GCA) è un'infiammazione persistente delle arterie di medie dimensioni che colpisce le braccia, la parte superiore del corpo e il collo. Queste stesse arterie aiutano a nutrire gli occhi e l'infiammazione può causare visione offuscata, visione doppia o persino improvvisa perdita della vista in uno o entrambi gli occhi. Un esame oculistico con dilatazione della pupilla e esami del sangue possono consentire una diagnosi precoce di GCA. Il trattamento medico può prevenire una vita di cecità o persino una morte prematura.
  
Artrite reumatoide
I segni oculari dell'artrite reumatoide (RA) più comunemente includono gli occhi rossi. Questo sintomo può segnalare la sclerite, una dolorosa infiammazione della parte bianca dell'occhio che richiede una terapia medica. Molte persone che hanno tale patologia soffrono anche di secchezza oculare.
  
Carenza di vitamina A
Gli occhi asciutti e la cecità notturna sono entrambi segni di carenza di vitamina A. Se non apporti abbastanza vitamina A al tuo organismo, i tuoi occhi non possono produrre abbastanza film lacrimale che li mantenga adeguatamente lubrificati.Bassi livelli di vitamina A portano anche alla cecità notturna, in quanto impediscono la produzione di alcuni pigmenti necessari per il corretto funzionamento della retina. Basti pensare che la carenza di vitamina A è riconosciuta tra le principali cause di cecità prevenibile nei bambini di tutto il mondo.
  
Colesterolo alto
Un anello giallo o blu intorno alla cornea può essere un segno di colesterolo alto, specialmente in una persona di età inferiore ai 40 anni, che implica spesso presenza depositi nei vasi sanguigni proprio della retina . E non dimentichiamoci che livelli di colesterolo troppo elevati possono talvolta essere precursori di un ictus potenzialmente letale.
 
Diabete
Piccoli vasi sanguigni nella retina che perdono liquidi o sangue possono essere un segno evidente di retinopatia diabetica. Può capitare che questa malattia appaia nel tessuto oculare ancor prima che vi sia stata diagnosi diabete; in questi casu, una diagnosi precoce può aiutare le persone a evitare la perdita della vista e altre gravi complicazioni in altri organi anche vitali.
  
Ictus
I vasi sanguigni della retina a volte contengono coaguli. Questi blocchi possono causare improvvisi punti ciechi o dare la sensazione di un "sipario" che si chiude sulla visione di una persona ed indicano spesso un aumento del rischio di ictus. Una perdita di visone laterale può anche essere un avvertimento di danno cerebrale causato da un precedente ictus non diagnosticato.
  
Lupus
Questa malattia infiammatoria è spesso caratterizzata dalla sindrome dell'occhio secco, ma può anche causare gonfiore nella parte bianca dell'occhio o nel tessuto sensibile alla luce nella parte posteriore dell'occhio. Sono proprio questi fastidi che spesso portano la persona che non sa ancora di esserne affetta dall'oculista, e da lì una serie di esami che consentono una diagnosi certa.
  
Malattia di Lyme
La malattia di Lyme è un'infezione diffusa dalle zecche, che porta all'infiammazione in tutto il corpo. Molte persone con malattia di Lyme sperimentano infiammazione del nervo ottico e dell’occhio, un esame oculistico dunque in questo caso può svelare una condizione particolarmente allarmante.
 
 
Malattia della tiroide
 
I bulbi oculari sporgenti e le palpebre retrattili sono segni rivelatori di ipertiroidismo, più comunemente causati dalla malattia di Graves. Questo accade quando la ghiandola tiroidea produce troppi o troppi pochi ormoni. A volte questo coincide con secchezza oculare, visione sfocata o perdita della vista.
 
 
Malattie trasmesse sessualmente
 
Sifilide, herpes, clamidia, HIV, gonorrea, verruche genitali e pidocchi pubici possono influenzare tutti gli strati dell'occhio. Queste gravi condizioni vengono spesso rilevate proprio durante una visita oculistica.
 
 
Malattia vascolare
 
Disturbi della coagulazione e emorragie possono causare emorragie visibili dentro e intorno agli occhi e, se arrivano alla retina, possono anche minacciare la vista.
 
 
Miastenia grave
 
La miastenia grave è un disturbo autoimmune che provoca l'indebolimento e la stanchezza dei muscoli. I primi sintomi di questa condizione coinvolgono spesso gli occhi e il segno più comune  è costituito dalle palpebre cadenti in uno o entrambi gli occhi. Altri sintomi includono visione doppia, debolezza delle braccia o delle gambe o problemi potenzialmente letali con la respirazione, la voce, la masticazione o la deglutizione.
 
 
Sarcoidosi
 
Questa malattia infiammatoria colpisce più organi del corpo, compresi gli occhi. Il sintomo oculare più comune è l'irite, un'infiammazione ricorrente e dolorosa dell'iride - la parte colorata dell'occhio. Questa condizione provoca anche una grave sensibilità alla luce.
 
 
Sclerosi multipla
 
L'infiammazione del nervo ottico può essere un presagio di sclerosi multipla, una malattia degenerativa che colpisce il sistema nervoso. Spesso, questa infiammazione va di pari passo con una visione gravemente offuscata, dolore al movimento oculare o persino visione doppia.
 
 
Sindrome di Sjogren
 
Si tratta di una malattia autoimmune che induce i globuli bianchi del corpo ad attaccare le ghiandole che producono lacrime e saliva. Non sorprende, dunque, che gli occhi asciutti siano una caratteristica chiave della sindrome di Sjögren. Altri sintomi possono essere bruciore agli occhi, visione sfocata e secchezza delle fauci.
 
 
Tossicità per i farmaci
 
Diversi farmaci possono essere tossici per la retina e il nervo ottico. I sintomi della tossicità comprendono palpebre arrossate, occhi rossi, cornee graffiate/disepitelizzate o congiuntivite.
 
 
Tumore cerebrale, del sangue, dei tessuti o della pelle
 
Numerosi tumori possono essere trovati durante un esame oculistico dettagliato.
 
I tumori cerebrali possono causare un aumento della pressione endocranica che viene trasmessa all'occhio e provoca cambiamenti nel nervo ottico che un oculista può vedere. Perdita della vista laterale, visione doppia o cambiamenti nelle dimensioni di una pupilla possono essere altri segni di un tumore al cervello.
 
I tumori della pelle colpiscono le palpebre e le superfici esterne dell'occhio. La leucemia e il linfoma possono anche influenzare l'aspetto della retina.
 
Infine, i tumori della mammella e di altri organi possono diffondersi alle strutture oculari.
 
 
Allora, pensi ancora che i tuoi occhi possono aspettare?
 
Occhi specchio dell'anima? Sì, ma anche Occhi specchio del nostro corpo!
 
Non sottovalutare sintomi perchè non sono repentini o al momento non ti causano grandi difficoltà, possono essere anche lenti e progressivi e un esame oculistico potrebbe rivelarti tante cose. Poi sarà il tuo stesso oculista, semmai dovesse rilevare un possibile problema di salute, a consiglierti ulteriori test da uno specialista o dal tuo medico di famiglia.
 
Noi raccomandiamo a tutti gli adulti, con grande forza, di sottoporsi a una visita oculistica completa all'età di 40 anni, e questo è ancor più vero se hai fattori di rischio come il diabete, l'ipertensione o una storia familiare di patologie dell'occhio.



Centro Oculistico San Lorenzo
Via Giovan Battista Vaccarini, 1
90143 Palermo PA
P.I. 06589720827
Apertura: Lun - Dom  8.30 - 20.30
info@cosanlorenzo.it
Copyright © 2017 Centro Oculistico San Lorenzo - tutti i diritti sono riservati
parcheggio gratuito centro oculistico san lorenzo
Torna ai contenuti